Wednesday, Oct. 16, 2019

Firenze Light Festival: Ponte Vecchio Lightness

Pubblicato da :

|

December 19, 2016

|

in:

Firenze Light Festival: Ponte Vecchio Lightness

Firenze e Ponte Vecchio vi appariranno in una veste del tutto inaspettata, almeno se vi recherete ad ammirarli fino all’8 gennaio (2017). Il merito è del Firenze Light Festival 2016 che accende i monumenti e le piazze della città con luci inaspettate ed affascinanti. L’evento propone video-mapping, proiezioni, giochi di luce, attività educative e incontri.

firenze light festival ponte vecchio lightness

Ponte Vecchio Lightness

Ponte Vecchio, per la sua storia, notorietà e posizione è giustamente tra le star di Firenze Light Festival. Si chiama Lightness la performance che questo simbolo di Firenze ci riserva.

Un videomapping straordinario, dedicato alla rappresentazione e significato della luce nella storia dell’arte, in pittura, nei metalli, nei gioielli, nelle vetrate. Da Taddeo Gaddi a Raffaello, da Caravaggio a Van Gogh, da Giacomo Balla a Emile Nolde, da Andy Warhol a Dan Flavin. Una carrellata di immagini per familiarizzare con la storia dell’arte con leggerezza e stupore.

Firenze Light Festival: i luoghi

Ma non sarà solo Ponte Vecchio ad essere protagonista di questo festival della luce. Fino all’8 gennaio, tipicamente dalle 17.30 alle 24.00, saranno moltissimi i landmark di Firenze coinvolti: la Biblioteca Nazionale, Piazza Santo Spirito con la firenze light festival 2016 piazza della signoria palazzo vecchiobasilica agostiniana, la basilica di Santa Croce (che si accenderà di un luminoso biancore grazie ad un sistema che permette di variare la resa cromatica della superficie architettonica giocando sulle tonalità del bianco, caldo-freddo-luminoso-spento).

E poi la loggia del Porcellino, con installazioni luminose che si rincorreranno sul pavimento, la Loggia dei Lanzi, la Fontana del Nettuno, le torri di San Niccolò e della Zecca, Porta Romana.

firenza light festival loggia del porcellinoDa non perdere la Colonna senza fine che da Forte Belvedere si staglierà contro il cielo grazie al fascio di luce del Ramses II, la più potente apparecchiatura di illuminazione a testa mobile del mondo. Un albero della vita, una colonna senza fine luminosa, proiettata verso l’alto. Un ascensore luminoso che mette in collegamento terra e cielo. Una scala di Giacobbe. O più semplicemente un albero natalizio alto centinaia di metri. Colonna di luce innalzata a reggere la cupola celeste, segnale di festa e di speranza visibile da lontano.

Si ringrazia per la concessione delle immagini fotografiche MUS.E – Mauro Sani.

Per maggiori info Firenze Light Festival

Share

Condivi questo articolo:

Potrebbero anche interessarti:

Gravina Sotterranea: la civiltà del tufo
Carbonia: l’epopea della Miniera di Serbariu
Napoli da Forte Sant’Elmo

Due parole sull'autore

wp@digitalgeneration.it'

Salutepiu.info

SalutePiù è focalizzata, in termini divulgativi, sui temi della salute e del benessere ma nel contempo guarda agli eventi ed alle dinamiche culturali e di costume del suo territorio di “origine”: la Sabina.