Wednesday, Jan. 19, 2022

Quando l’allergene è un animale

Pubblicato da :

|

June 6, 2012

|

in:

Quando l’allergene è un animale

Tra gli allergeni che non conoscono stagione vi sono anche quelli di origine animale. Non sono i nostri piccoli amici domestici in quanto tali ha provocare le allergie, piuttosto la colpa è da attribuire alle squame di forfora , alle particelle di sebo, sudore e urina che si staccano dagli animali e rimangono sospese in aria o aderiscono agli abiti o ai tessuti d’arredamento.

Animali domestici e allergie: come prevenirle?

Allora come fare se i nostri bambini allergici ci chiedono che la famiglia sia “allargata” alla presenza di un piccolo amico? La prima cosa da fare è accertarsi con l’esecuzione di test diagnostici dell’effettiva sensibilizzazione all’animale (cane, gatto, coniglio ecc.) o piuttosto agli acari della polvere o alle tuie del nostro vicino di casa che nulla hanno a che vedere con i nostri eventuali ospiti. Se la richiesta si fa incessante vale la pena tentare.

Citiamo a tal proposito una ricerca condotta dal centro medico dell’ospedale pediatrico di Cincinnati su 636 bambini figli di genitori allergici e quindi sottoposti ai test per l’alta probabilità di soffrire a loro volta di allergie. L’indagine ha dimostrato che i piccoli risultati allergici ai cani erano meno a rischio di sviluppare eczemi entro i quattro anni, se fin da neonati avevano vissuto con un cane. Per quelli tenuti lontani dai cani il rischio era invece quattro volte superiore.

Purtroppo questo effetto protettivo non sembra valere per i bambini sensibili al gatto; per loro crescere con una “piccola tigre” sembra fare aumentare notevolmente il rischio di sviluppare eczemi.

I cani ipoallergenici

Di seguito riportiamo un elenco di razze di cani considerate ipoallergeniche. Chissà se non ve ne sia una che faccia al caso vostro?

  • Barbone di varie taglie
  • Basenji
  • Bichon frisé/Bischon avanese
  • Cane d’acqua portoghese
  • Chiuhuahua
  • Labradoole (incrocio tra Labrador e barbone)
  • Levriero inglese e italiano
  • Maltese
  • Nudo messicano
  • Schnauzer nano
  • Shitzu
  • Spaniel irlandese
  • West Highland White Terrier
  • Yorkshire Terrier
Share

Condivi questo articolo:

Potrebbero anche interessarti:

Bambini e allergie: prima difesa il latte materno
Ciliopatia, colpa di un gene alterato
OMS: Tubercolosi, per debellarla occorre fare di più

Due parole sull'autore

marcogarufibozza@laboratorionomentano.it'

Marco Garufi Bozza

Il Dottor Marco Garufi Bozza si è laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” ove, sempre con il massimo dei voti, ha anche conseguito le specializzazioni in Tisiologia e Malattie dell’Apparato Respiratorio ed in Medicina del Lavoro. Ha partecipato e presentato relazioni in numerosi congressi scientifici nazionali ed internazionali. Svolge la sua attività professionale presso numerose strutture mediche della Capitale ed è il Responsabile della Branca di Allergologia e Pneumologia del Poliambulatorio Specialistico “Laboratorio Clinico Nomentano” di Monterotondo.