Sunday, Nov. 18, 2018

Bambini: il Potere del Gioco

Pubblicato da :

|

August 24, 2018

|

in:

Bambini: il Potere del Gioco

Il gioco è fondamentale per avere bambini in salute, creativi, curiosi e con le competenze del 21° secolo. Lo dice l’American Academy of Pediatrics (AAP) nel suo studio The Power of Play.

Ma all’orizzonte ci sono parecchi problemi: “Televisione, video games, smartphone e tablet allontanano sempre di più i bambini dal gioco – ha spiegato Jeffrey Hutchinson, pediatra e co-autore dello studio – bisogna preoccuparsi quando l’immersione negli strumenti elettronici toglie tempo al gioco. Sebbene utilizzare strumenti elettronici appropriati all’età può essere utile per i bambini più grandi, soprattutto se si tratti di attività condivise con coetanei e genitori, le relazioni interpersonali vere e il gioco sono superiori ai media digitali per l’apprendimento del bambino”.

Secondo l’AAP il gioco è fondamentale per un sano sviluppo del bambino, per la costruzione delle sue competenze e abilità, per ridurre i livelli di stress e per costruire legami forti con i genitori.

Giocare crea competenza e riduce lo stress

Così, mentre da un lato lo studio dimostra come, ad esempio, il gioco a scuola aiuti i bambini a gestire lo stress dell’avvio della frequenza e renda più tranquilli i bambini con comportamenti di disturbo della classe, viceversa, i tempi di gioco e ricreazione a scuola diminuiscono.

Su un campione di 8.950 bambini in età pre-scolare ha rilevato come solo il 51% giochi regolarmente tutti i giorni all’aperto in compagnia dei genitori mentre il tipico bambino in età prescolare guarda la TV per ben 4.5 ore al giorno.

L’American Academy of Pediatrics – società scientifica alla quale aderiscono 67.000 pediatri – raccomanda dunque tra l’altro:

  • di iniziare a giocare con i bambini fin dai primi mesi di vita ponendo attenzione al loro linguaggio non verbale. Ad esempio risorridendo sempre ad un bambino che sorrida. Anche il tradizionale nascondino è un gioco importante;
  • a scuola il gioco spontaneo tra i bambini andrebbe favorito;
  • gli insegnanti dovrebbero adottare approcci didattici che favoriscano l’apprendimento attraverso il gioco lasciando che i bambini gestiscano la loro attività e seguano la loro curiosità;
  • la pratica di attività fisica tutti i giorni.
Share

Condivi questo articolo:

Potrebbero anche interessarti:

Inquinamento: in grave pericolo i bambini
L’Obesità riduce la fertilità maschile
Sindrome Metabolica: tutto quel che c’è da sapere…

Due parole sull'autore

wp@digitalgeneration.it'

Salutepiu.info

SalutePiù è focalizzata, in termini divulgativi, sui temi della salute e del benessere ma nel contempo guarda agli eventi ed alle dinamiche culturali e di costume del suo territorio di “origine”: la Sabina.