Saturday, Aug. 24, 2019

Olio d’Oliva vince la sindrome metabolica

Pubblicato da :

|

October 27, 2014

|

in:

Olio d’Oliva vince la sindrome metabolica

Uno studio scientifico spagnolo guidato dal Dr. Jordi Salas-Salvadó, professore di scienza della nutrizione all’Università di Rovira i Virgili  e pubblicato sul Canadian Medical Association Journal, dimostra come la dieta mediterranea – con una specifica integrazione di olio extravergine d’oliva – comporti una maggior probabilità di guarigione dalla sindrome metabolica.

Cos’è la Sindrome Metabolica ?

Il termine sindrome metabolica ( MetS ) descrive una condizione caratterizzata da aumento del rischio di sviluppare malattie cardiovascolari (2-3 volte rispetto alla popolazione generale) e diabete mellito di tipo II (5 volte rispetto alla popolazione generale) e viene definita come la presenza in un individuo di tre o più fattori di rischio, quali obesità viscerale, ipertensione arteriosa, alterata glicemia e dislipidemia.

Per saperne di più sulla Sindrome Metabolica puoi leggere l’articolo di SalutePiù La Sindrome Metabolica: tutto quel che c’è da sapere

Nello specifico, 5.801 partecipanti allo studio – uomini e donne di età compresa tra i 55 e gli 80 anni caratterizzati dal possedere un elevato rischio di patologie cardiovascolari – sono stati divisi in tre gruppi e monitorati per un periodo di 4.8 anni.

Il primo gruppo ha adottato una dieta mediterranea con un supplemento di olio extravergine d’oliva. Il secondo una dieta mediterranea con supplemento di frutta a guscio (nocciole, ecc.). Il terzo una dieta di controllo comunque povera in grassi. Ai partecipanti non sono stati prescritti né particole attività fisica né obiettivi di perdita di peso.

Olio Extra Vergine D’Oliva e Sindrome Metabolica

Al termine del periodo di osservazione, è emerso come:

  • l’adozione di una piuttosto che di un’altra dieta non ha avuto effetti visibili sulla probabilità di andare soggetti alla sindrome metabolica. Ovvero, la sindrome metabolica si è sviluppata in 960 pazienti dei 1.919 che non l’avevano all’inizio del monitoraggio senza rilevanti differenze rispetto a quale dieta avessero adottato;
  • viceversa, dei 3.392 pazienti che all’inizio dello studio erano affetti da sindrome metabolica, 959 hanno mostrato un miglioramento dello stato di salute con una regressione delle sindrome metabolica. I due gruppi di pazienti i quali avevano adottato la dieta mediterranea hanno registrato una probabilità più alta di veder regredire la sindrome metabolica. Specificamente, il gruppo con supplemento di olio extravergine d’oliva ha registrato un probabilità del 35% più elevata di quella registrata dal gruppo di controllo mentre il gruppo con supplemento di frutta a guscio ha registrato una probabilità del 28% superiore;
  • inoltre, la supplementazione con olio extra vergine di oliva ha mostrato di influire positivamente sia sull’obesità viscerale che sui valori troppo elevati di glicemia mentre la supplementazione con frutta a guscio ha mostrato effetti positivi solo sull’obesità viscerale.
Share

Condivi questo articolo:

Potrebbero anche interessarti:

Latte vaccino: ¼ degli italiani sceglie latte senza lattosio
Acque minerali italiane: presenza mercurio trascurabile
Italiani: mangiare smart per stare in salute

Due parole sull'autore

wp@digitalgeneration.it'

Salutepiu.info

SalutePiù è focalizzata, in termini divulgativi, sui temi della salute e del benessere ma nel contempo guarda agli eventi ed alle dinamiche culturali e di costume del suo territorio di “origine”: la Sabina.