Monday, May. 27, 2019

Stress ossidativo e dieta: qual’è quella giusta?

Pubblicato da :

|

April 26, 2015

|

in:

Stress ossidativo e dieta: qual’è quella giusta?

I radicali liberi negli ultimi anni stanno avendo una grande attenzione da parte della comunità scientifica a causa del loro coinvolgimento nei processi di insorgenza di numerose malattie.

Cosa sono i Radicali Liberi ?

I radicali liberi sono molecole altamente instabili (cioè “molecole mancanti di qualcosa”)  a causa della presenza nella radicali liberi stress ossidativo dietaloro struttura di uno o più elettroni spaiati (disaccoppiati). Tale distribuzione elettronica rende i radicali liberi specie altamente reattive, cioè specie pronte a reagire con altre molecole per cercare di raggiungere uno stato stabile.

I radicali liberi si classificano in base all’atomo cui appartiene l’elettrone spaiato: esistono quindi i radicali liberi del cloro, dell’azoto, del carbonio e dell’ossigeno.

I Radicali Liberi dell’Ossigeno e l’Ossidazione

I radicali più diffusi e pericolosi sono indubbiamente quelli dell’ossigeno da cui si originano le cosiddette Specie Reattive dell’Ossigeno (Reactive Oxygen Species, ROS) molecole derivanti dall’ossigeno e accomunate dalla tendenza di ossidare diversi substrati come proteine, carboidrati, lipidi, nucleotidi ecc.

I ROS e le altre specie radicaliche reattive sono prodotti durante il comune iter fisiologico cellulare e quindi strettamente legate ai normali processi vitali (sottoprodotti della respirazione aerobica e di alcuni processi enzimatici) oppure possono originarsi per cause esogene. In quest’ultimo caso i principali fattori esterni che ne stimolano la formazione sono le radiazioni ultraviolette, radiazioni ionizzanti, inquinamento atmosferico, idrocarburi aromatici, farmaci, pesticidi, conservanti, coloranti, batteri, virus e stress.

radicali liberi stress ossidativo dietaIn condizioni fisiologiche normali vi è un equilibrio tra la produzione di radicali liberi e la loro neutralizzazione da parte dei meccanismi antiossidanti dell’organismo.

Quando i meccanismi antiossidanti vengono meno e l’equilibrio tra radicali liberi e antiossidanti è minacciato, la produzione di radicali liberi diventa imponente tanto che questi sono liberi di reagire rapidamente con le biomolecole fondamentali per la vita quali lipidi, proteine e DNA. Ciò causa danni cellulari di grave entità fino alla morte delle stesse cellule.

Stress Ossidativo e l’invecchiamento cellulare

Quando il sistema antiossidante non è in grado di contrastare i radicali liberi si va incontro dunque a quello che è definito stress ossidativo. Esso compromette la funzionalità di cellule e tessuti ed è associato a numerose patologie croniche come aterosclerosi, ischemie, ictus, diabete, cancro, morbo di Parkinson, Alzheimer. Lo stress ossidativo è inoltre una delle principali cause dell’invecchiamento cellulare.

Per mantenere quindi un giusto equilibrio tra radicali liberi e antiossidanti e per evitare che le biomolecole siano esposte all’attacco delle specie reattive che ne pregiudicano la funzionalità è importante assicurare all’organismo un adeguato apporto di sostanze con proprietà antiossidanti.

Per un articolo di riferimento su antiossidanti e invecchiamento, leggi Antiossidanti: preveniamo l’invecchiamento

Combattere lo stress ossidativo con la dieta

Con la dieta è possibile assumere alimenti ricchi di molecole ad azione antiossidante. Tutti gli alimenti sono stati classificati in base alla loro capacità di neutralizzare i radicali (si parla di ORAC= unità di misura antiossidante, cfr. tabelle) grazie alla presenza dei principi nutritivi in essi contenuti. Efficaci antiossidanti sono isoflavoni, flavonoidi (antociani, xantine), carotenoidi (licopene, beta-carotene, xantofille), catechine e polifenoli, ascorbati, vitamine, resveratrolo, tocoferoli, acidi grassi essenziali (linolenico, omega 3). Dunque un’alimentazione ricca di legumi, pomodori, cereali integrali, semi oleosi, vegetali con foglie verde scuro, frutta colorata e acidula rappresentano la migliore protezione contro i radicali liberi. Inoltre le diete ipercaloriche accrescono il consumo di ossigeno incrementando la formazione di radicali liberi, diversamente le diete ipocaloriche riducono la produzione di radicali liberi.

orac cibi antiossidanti dieta antiossidante

stress ossidativo alimenti antiossidanti

cibi antiossidanti dieta antiossidante

Share

Condivi questo articolo:

Potrebbero anche interessarti:

Bambini: è importante bere. Ecco come

Due parole sull'autore

Mariailaria Verderame

Mariailaria Verderame si è laureata con lode in Scienze Biologiche presso l’Università Federico II di Napoli e ha successivamente conseguito i titoli di Dottore di ricerca in Biologia avanzata e Cultore della materia per il Settore Scientifico Disciplinare BIO/06. Ha collaborato all’attività didattico-scientifica presso il Dipartimento delle Scienze biologiche della suddetta Università. L’interesse scientifico è da anni incentrato sulle problematiche relative alle interferenze alimentari di inquinanti ambientali ad azione xeno-estrogenica sulla sfera riproduttiva. Si è inoltre occupata della valutazione dello stato nutrizionale e riproduttivo a seguito di un regime alimentare di tipo biologico ricevendo un assegno di ricerca nell’ambito delle reti di eccellenze TEMASAV. Ha partecipato a numerosi Congressi nazionali e internazionali, a molteplici corsi di perfezionamento universitari e seminari di aggiornamento tecnico-scientifico in ambito nutrizionale. Vincitrice del premio Lisa de Conciliis 2013 “Ultime frontiere della biologia molecolare” conferito dall’Accademia di Scienze Fisiche e Matematiche in Napoli. È inoltre autrice di numerose pubblicazioni scientifiche su riviste a diffusione internazionale.