Monday, Oct. 21, 2019

Tecar Terapia: i punti di forza

Pubblicato da :

|

July 30, 2014

|

in:

Tecar Terapia: i punti di forza

La Tecarterapia è una metodica della fisioterapia di ultima generazione basata sul calore. Rispetto alle apparecchiature precedenti, l’apparecchio impiegato per la Tecar Terapia è in grado di generare calore nei tessuti biologici – cioè all’interno del nostro corpo – ad una profondità di alcuni centimetri ben superiore rispetto a quanto avveniva con le tecnologie precedenti. Il calore viene sviluppato dall’apparecchio richiamando nell’area del trattamento di cariche elettriche presenti nei tessuti.

La conseguenza benefica è costituita da una forte stimolazione a livello cellulare con riattivazione della circolazione ed un avvio precoce dei meccanismi di riparazione dei tessuti lesionati che sono propri del nostro organismo.

Come si effettua la Tecar Terapia ?

Durante la seduta di Tecar Terapia, il fisioterapista passa un apposito manipolo metallico sulla cute del paziente nel punto nel quale è avvenuta la lesione. Si ha così il trasferimento di energia e di calore dall’apparecchiatura al paziente

La Tecar Terapia può essere attuata attraverso due modalità dette, rispettivamente, “capacitiva” e “resistiva”. Nella modalità capacitiva, il manipolo ha una copertura isolante in carbonio che localizza il riscaldamento nella zona in cui viene appoggiato il manipolo stesso. La modalità capacitiva viene impiegata per trattare i muscoli e consente alle cariche elettriche presenti di concentrarsi in prossimità dell’area trattata.

Nella modalità resistiva, l’elettrodo del manipolo non ha coperture isolanti ed è quindi in contatto diretto con la pelle. Si genera così un reale trasferimento di cariche elettriche all’interno dei tessuti e le cariche si localizzano nel punto più resistivo (cioè nel punto in cui è maggiore la resistenza al passaggio della corrente elettrica) ovvero tendini, articolazioni e tessuto osseo.

In conclusione: la modalità capacitiva – a manipolo “coperto” – viene utilizzata per trattare i muscoli. La modalità resistiva – a manipolo “scoperto” – viene utilizzata per trattare tendini, articolazioni e tessuto osseo.

Gli effetti della Tecar Terapia

Gli effetti che la Tecar Terapia produce attraverso il trasferimento di energia e l’aumento di calore sono:

  • riduzione del dolore,
  • riduzione delle contratture muscolari,
  • velocizzazione della capacità naturale che il nostro corpo ha di riparare i propri tessuti grazie all’aumento del flusso sanguigno locale generato dalla Tecar Terapia
  • velocizzazione del riassorbimento degli ematomi.

Le “indicazioni” per la Tecar Terapia

Il grande vantaggio della Tecar Terapia sta nella sua rapidità d’azione.  La Tecarterapia è utilizzata sia per far fronte a traumi che ad infiammazioni sia momentanee che croniche.

In sintesi, possiamo dire che la Tecar Terapia si applica a:

  • i traumi di ginocchio, spalla, anca, caviglia, colonna vertebrale, mani e muscoli.
  • quelle patologie dolorose e infiammatorie osteoarticolari e muscolari quali artrosi, lombalgie e sciatalgie
  • le malattie osteoarticolari di tipo cronico riducendo il dolore e abbreviando i tempi di recupero.

Non perdere più nemmeno un articolo!

Inserisci qui il tuo indirizzo email:





Share

Condivi questo articolo:

Potrebbero anche interessarti:

Inquinamento atmosferico aumenta rischio osteoporosi e fratture
Postura a scuola: i consigli degli ortopedici italiani
Scoliosi: correggerla con la chirurgia “flessibile”

Due parole sull'autore

wp@digitalgeneration.it'

Salutepiu.info

SalutePiù è focalizzata, in termini divulgativi, sui temi della salute e del benessere ma nel contempo guarda agli eventi ed alle dinamiche culturali e di costume del suo territorio di “origine”: la Sabina.