Friday, Sep. 20, 2019

Ecografia dell’Addome: a cosa serve? – Video

Pubblicato da :

|

April 13, 2014

|

in:

Ecografia dell’Addome: a cosa serve? – Video

L’ ecografia dell’addome o addominaleè dedicata alla valutazione dello stato di salute degli organi collocati nell’area addominale. In termini medici, ci si riferisce all’ecografia dell’addome in termini di Addome Superiore, Addome Inferiore o Addome Completo

Ecografia Addome Superiore

In questo caso, gli organi valutati dal medico radiologo che eseguirà l’ecografia sono: fegato, reni, pancreas, milza, ed aorta.

Ecografia Addome Inferiore

Viceversa, nel caso dell’ Ecografia dell’Addome Inferiore, gli organi oggetto di diagnosi da parte del medico specialista saranno: ureteri-pelvi maschile: quindi vescica e prostata, oppure pelvi femminile: cioè vescica – utero – ovaie.

Ecografia Addome Completo

L’esame ecografico che prende il nome di Ecografia Addome Completo valuta  in un unico esame sia la porzione superiore che quella inferiore dell’addome.

Quali elementi si analizzano attraverso l’ Ecogafia dell’Addome ?

ecografia dell'addome segmenti di sinistra fegato e colecisti Il sintomo più comune per il quale si ricorre all’ Ecografia dell’Addome è quello relativo agli eventuali dolori addominali che il paziente riferisce al suo medico curante. Comune anche il sospetto di una colica renale e/o epatica. In altri casi, l’indagine può riguardare l’identificazione dello stadio in cui si trovano malattie oncologiche (per valutare un eventuale intervento) o sistemiche (verificare l’interessamento degli organi principali da parte di sarcoidosi, LES, insufficienza renale o epatica, ecc.). I vasi arteriosi dell’addome, possono essere esaminati, durante l’ecografia, con l’ausilio dell’ecocolordoppler. In questo caso la ricerca dell’ecografista è volta a determinare il decorso, il calibro e le eventuali patologie ad essi connesse.

Ecografia Addominale e Prevenzione

Va infine sottolineato come l’ ecografia dell’addome completo abbia anche un importante ruolo nella prevenzione sanitaria: infatti, eseguita una volta l’anno, consente un monitoraggio complessivo e frequente delle patologie più sopra descritte. L’esame – come per qualsiasi altro esame ecografico – non è doloroso ne invasivo ed ha una durata di alcuni minuti.

Ecografia dell’Addome – Preparazione

Perchè il medico radiologo possa effettuare in modo ottimale un’ ecografia addominale – cioè affinché sia possibile esaminare in modo compiuto gli organi – è necessario che il paziente si presenti in condizioni il più possibile ottimali per l’esame. A seconda degli organi da esaminare, dunque occorrerà effettuare una specifica “preparazione”.

Ecografia Addome Superiore

L’Ecografia dell’Addome Superiore si effettua a digiuno da 6/8 ore. L’ultimo pasto povero di grassi. In caso di stipsi, nei 2 giorni precedenti l’esame assumere 1 o 2 compresse di carbone vegetale dopo i pasti principali.

Ecografia Addome Inferiore

Per effettuare l’Ecografia dell’Addome Inferiore, il paziente dovrà presentarsi a vescica piena (non urinare per qualche ora e bere 1 litro d’acqua non gassata nell’ora precedente l’esame). Clicca e guarda il video del Dr. Francesco Vulterini, Specialista Radiologo “Video Ecografia Addominale” Potrebbero anche interessarti gli articoli:

Share

Condivi questo articolo:

Potrebbero anche interessarti:

Ecografia: utilizzarla per vedere i nervi e guidare l’anestesista
Fegato grasso e fibrosi epatica: studiarli con l’elastografia
Ecografia dei Tessuti Molli

Due parole sull'autore

wp@digitalgeneration.it'

Salutepiu.info

SalutePiù è focalizzata, in termini divulgativi, sui temi della salute e del benessere ma nel contempo guarda agli eventi ed alle dinamiche culturali e di costume del suo territorio di “origine”: la Sabina.